In offerta!

Copriletto trapuntato Lovely Cats Bassetti

175,00 87,50

Copriletto trapuntato Lovely Cats Bassetti

Copriletto trapuntato Lovely Cats Bassetti

in promozione: matrimoniale € 175,00 sconto 50% € 87,50.

Descrizione

Copriletto trapuntato Lovely Cats Bassetti

Copriletto trapuntato Lovely Cats Bassetti

in promozione: matrimoniale € 175,00 sconto 50% € 87,50.

 

Sito Bassetti

 

La Bassetti

Tutto ebbe inizio a Milano nel 1830

La storia del Gruppo Zucchi ha inizio nel 1830 a Milano in Piazza S. Stefano 2, nel cuore della vecchia Cà Granda, l’attuale Università degli Studi. Qui Carlo Baroncini, cugino di Giovanni Bassetti, apre un emporio in cui vende tele, tovaglie di fiandra, fazzoletti di lino e battista, servette, coperte, tenderie e maglie.

1880

Giovanni Bassetti rileva l’azienda

Giovanni Bassetti entrato in azienda a soli 13 anni, rileva l’attività dal cugino per 119.300 Lire. Uomo vivace e incline alle relazioni, dimostra da subito una straordinaria voglia di fare. Viaggia instancabilmente alla ricerca di nuovi sbocchi commerciali e durante uno dei sui viaggi di lavoro perde al vita a causa di una malattia contratta durante una burrasca nello stretto di Messina.

1914

Nel 1914 nasce la Società Giovanni Bassetti

I figli Ermete, Felice e Giovanni costituiscono la Società Giovanni Bassetti e presso lo stabilimento di Rescaldina viene studiato ed implementato un innovativo metodo per costituire un clima igrometrico ottimale per una perfetta lavorazione del lino, oltre che del cotone. Viene acquistato il Finissaggio di Trezzo d’Adda dove le pezze di lino sono trattate con candeggio al prato.

1920

Nasce la Vincenzo Zucchi

Vincenzo Zucchi fonda con un socio in affari la sua prima azienda per la produzione di lenzuola e tovaglie di lino e misto lino. Zucchi e Bassetti lavoreranno nello stesso stesso settore come concorrenti finchè Zucchi non acquisirà Bassetti negli anni ottanta.

1950

Bassetti inventa il nuovo corredo.

Bassetti lancia sul mercato un’idea rivoluzionaria: la biancheria già finita e confezionata, subito disponibile, pensata per le donne sempre più impegnate nel lavoro fuori casa. A metà degli anni cinquanta Bassetti è tra le prime aziende italiane ad investire in pubblicità.

1953

Si costituisce la Vincenzo Zucchi S.p.A. 

Sotto la presidenza di Rolando, figlio di Vincenzo Zucchi, affiancato dai fratelli Manlio e Giordano si costituisce la Vincenzo Zucchi S.p.A. . L’impegno della famiglia getta le basi di uno sviluppo futuro alle soglie degli anni del grande boom economico italiano.

1970

Zucchi lancia collezioni di design per la biancheria

Da sempre attenta e sensibile ai valori culturali Zucchi dà inizio a una serie di collaborazioni con grandi architetti e designer come Giò Ponti, Zanuso e Ken Scott, e con pittori come Guttuso, Crippa e Fiume, che danno vita a nuove collezioni di biancheria per la casa.

1975

Piumone Bassetti rivoluziona il modo di dormire

Nonostante la difficoltà determinate dalla crisi energetica e dall’inflazione, tra il 1975 e il 1983, Bassetti mette a punto idee rivoluzionarie capaci di semplificare il lavoro domestico e di essere realmente “dalla parte della donna” come sintetizzava un famoso slogan pubblicitario. Ne sono un esempio Piumone, Brio, Teso e Perfetto, il lenzuolo con gli angoli sganciabili.

1980

Zucchi lancia Clic Clac e Solotuo

L’azienda lancia sul mercato il marchio Clic Clac, rivoluzionando il “mondo” delle tinte unite con un innovativo sistema di bottoni automatici utilizzati per la chiusura delle federe. Negli stessi anni, si presenta il marchio Solotuo: spugne in un’ampia gamma cromatica che utilizzano un sistema di personalizzazione con i semi delle carte da gioco.

1986

Zucchi acquisisce il 100% della Bassetti S.p.A.

Zucchi acquisisce Bassetti sua diretta concorrente e leader di mercato in Italia. Nasce così il più importante Gruppo Italiano del settore Tessile Casa. La nuova azienda si distingue attraverso l’ironia della campagna pubblicitari con cui viene annunciata la nascita del Gruppo.

1987

Bassetti lancia Granfoulard

Viene lanciato il brand Granfoulard con l’innovativo telo d’arredo multiuso capace di portare creatività e decorazione in ogni ambiente della casa. La collezione ha un grandissimo successo a livello internazionale arrivando a vendere più di un milione di pezzi.

1989

Bassetti é quotata in borsa. Aprono i primi C’è Bassetti

Viene dato nuovo impulso allo sviluppo internazionale, nascono le filiali Bassetti Deutchland, Bassetti Espanola e Bassetti France. In Italia Bassetti si concentra sulla distribuzione e dà il via alla prima catena di negozi in franchising monomarca del settore tessile casa in Italia con l’insegna C’è Bassetti. Già nel 1994 la catena sarà formata da ben 60 negozi.

1995

La collezione La Natura Bassetti trasforma il mondo delle lenzuola

La Natura lancia “le lenzuola che comunicano” rivoluzionando il mondo della biancheria da letto grazie anche ad una nuova tecnica di stampa capace di riprodurre immagini fotografico su tessuto. E’ il mondo delle emozioni: paesaggi da sogno, teneri cuccioli e simpatici animali per un target assolutamente ampio e trasversale. In Francia viene acquisita Descamps, azienda prestigiosa che si posiziona nella fascia alta del mercato.

2006

Bassetti si fonde con Zucchi

La Bassetti S.p.A. si fonde per incorporazione con Zucchi in un’unica società, la Vincenzo Zucchi S.p.A. Nella sede storica di Rescaldina viene costituito ufficialmente il Gruppo Zucchi che continua il suo cammino nel segno dell’innovazione e della qualità per rispondere alle diverse esigenze di un pubblico internazionale sempre più consapevole del valore della tradizione e dell’esperienza.

2013

Nasce la collaborazione con Pantone

Il Gruppo sigla un’importante accordo di licenza con Pantone LLC, autorità mondiale del colore. La nuova partnership permette al Gruppo di produrre e distribuire biancheria per la casa e complementi d’arredo a marchio Pantone Universe TM in esclusiva settoriale.

2014

Gianluigi Buffon diventa azionista di maggioranza del Gruppo

Riconosciuto a livello mondiale come un’icona del calcio italiano, G. Buffon diventa imprenditore e non solo capitano della nazionale di calcio ma anche capitano d’azienda investendo nel Gruppo Zucchi di cui detiene il 56% della compagine azionaria.

 (testo liberamente tratto dal sito della ZucchiBassetti)

Brand



La nostra vetrina